Close

New articles

Trucchi naturali per "assorbire l'umidità" in camera con 1 €

Non è tanto il freddo (o il caldo) ma “l’umidità” che ci “uccide”. Quante volte abbiamo sentito dire questa frase? Ebbene, per deumidificare una stanza non servono necessariamente costosi elettrodomestici più o meno efficaci, ma si può fare anche con pochi soldi, basta sapere come. La questione dell’umidità in casa non è solo una questione di temperatura o di antiestetica condensa sulle finestre. Essa infatti è anche responsabile della comparsa di muffa su pavimenti, pareti e davanzali, nonché di scrostamenti dell’intonaco delle pareti o della carta da parati. Ma qual è il trucco per combatterla a costo quasi zero? Come effettuare una deumidificazione fai da te?

Andiamo con ordine e partiamo con il dire che il primo alleato è il bicarbonato di sodio: è un elemento economico acquistabile ovunque e con ogni probabilità lo abbiamo già in casa. I suoi utilizzi sono molteplici e per la cura degli ambienti domestici è assolutamente indispensabile. Per deumidificare una stanza, basta riempire una piccola ciotola con del bicarbonato e posizionarla sul davanzale della finestra. Con il tempo, ci accorgeremo che la polvere bianca si compatta ed indurisce. Questo avviene perché assorbe l’umidità della stanza. Quando ciò accade, dovremo sostituirlo con altro bicarbonato, “fresco”. Il processo aiuterà a far sì che l’umidità presente nella stanza vada a concentrarsi nella ciotolina del bicarbonato, senza rimanere sospesa nell’ambiente.

Si tratta di un trucco semplice che ci può aiutare ad eliminare l’umidità di casa con meno di un euro. Ad ogni modo, non è il solo metodo “alternativo” per farlo! La stessa cosa, oltre che con il bicarbonato, può essere fatta utilizzando sale e aceto. Come sopra, basta mettere un composto di questi due semplici elementi accanto alle finestre o sui davanzali e attendere che assorbano l’umidità che si forma in casa. Siete già pronti a provare?

Trucchi naturali per "assorbire l'umidità" in camera con 1 €

Non è tanto il freddo (o il caldo) ma “l’umidità” che ci “uccide”. Quante volte abbiamo sentito dire questa frase? Ebbene, per deumidificare una stanza non servono necessariamente costosi elettrodomestici più o meno efficaci, ma si può fare anche con pochi soldi, basta sapere come. La questione dell’umidità in casa non è solo una questione di temperatura o di antiestetica condensa sulle finestre. Essa infatti è anche responsabile della comparsa di muffa su pavimenti, pareti e davanzali, nonché di scrostamenti dell’intonaco delle pareti o della carta da parati. Ma qual è il trucco per combatterla a costo quasi zero? Come effettuare una deumidificazione fai da te?

Andiamo con ordine e partiamo con il dire che il primo alleato è il bicarbonato di sodio: è un elemento economico acquistabile ovunque e con ogni probabilità lo abbiamo già in casa. I suoi utilizzi sono molteplici e per la cura degli ambienti domestici è assolutamente indispensabile. Per deumidificare una stanza, basta riempire una piccola ciotola con del bicarbonato e posizionarla sul davanzale della finestra. Con il tempo, ci accorgeremo che la polvere bianca si compatta ed indurisce. Questo avviene perché assorbe l’umidità della stanza. Quando ciò accade, dovremo sostituirlo con altro bicarbonato, “fresco”. Il processo aiuterà a far sì che l’umidità presente nella stanza vada a concentrarsi nella ciotolina del bicarbonato, senza rimanere sospesa nell’ambiente.

Si tratta di un trucco semplice che ci può aiutare ad eliminare l’umidità di casa con meno di un euro. Ad ogni modo, non è il solo metodo “alternativo” per farlo! La stessa cosa, oltre che con il bicarbonato, può essere fatta utilizzando sale e aceto. Come sopra, basta mettere un composto di questi due semplici elementi accanto alle finestre o sui davanzali e attendere che assorbano l’umidità che si forma in casa. Siete già pronti a provare?